Strumenti Utente

Strumenti Sito


c06:giganti_rosse_piccola_massa

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
c06:giganti_rosse_piccola_massa [10/11/2015 11:02]
marco giustificazione margini
c06:giganti_rosse_piccola_massa [05/10/2017 09:34] (versione attuale)
marco Resa formule matematiche
Linea 10: Linea 10:
 convettivo in funzione della luminosità della struttura. I dati convettivo in funzione della luminosità della struttura. I dati
 in figura mostrano come per luminosità maggiori o dell'​ordine di in figura mostrano come per luminosità maggiori o dell'​ordine di
-<tex>logL$\sim$ l.5</​tex> ​si manifesti una correlazione tra luminosità e+logL$\sim$ l.5 si manifesti una correlazione tra luminosità e
 massa del nucleo di elio, largamente indipendente dai parametri massa del nucleo di elio, largamente indipendente dai parametri
 evolutivi della struttura. La massa del nucleo di elio fissa evolutivi della struttura. La massa del nucleo di elio fissa
Linea 18: Linea 18:
  
 La stessa figura mostra come la convezione dell'​inviluppo La stessa figura mostra come la convezione dell'​inviluppo
-raggiunga alla sua massima estensione una frazione di massa <tex>M$_r +raggiunga alla sua massima estensione una frazione di massa M$_r 
-\sim$ 0.3</​tex>​, interessando dunque strati parzialmente elaborati+\sim$ 0.3, interessando dunque strati parzialmente elaborati
 nuclearmente nel corso della combustione centrale di idrogeno che. nuclearmente nel corso della combustione centrale di idrogeno che.
 a causa della bassa dipendenza dalla temperatura della catena pp, a causa della bassa dipendenza dalla temperatura della catena pp,
Linea 38: Linea 38:
 stella di modificare lentamente la loro abbondanza originaria. Ci stella di modificare lentamente la loro abbondanza originaria. Ci
 si attende così che nelle atmosfere di giganti di piccola massa si attende così che nelle atmosfere di giganti di piccola massa
-si riduca l'​abbondanza di <tex>$^{12}$C</​tex>​, orientativamente di circa il +si riduca l'​abbondanza di $^{12}$C, orientativamente di circa il 
-<tex>30\%</​tex>​, e che si raddoppi ​<tex>$^{14}$N</​tex> ​come conseguenza di una sia pur+30\%, e che si raddoppi $^{14}$N come conseguenza di una sia pur
 modesta efficienza delle reazioni CNO in una vasta regione modesta efficienza delle reazioni CNO in una vasta regione
 interna. Lo sviluppo del dredge up è quindi un segnale di interna. Lo sviluppo del dredge up è quindi un segnale di
Linea 53: Linea 53:
 raggiungere la zona della discontinuità. I modelli ​ predicono raggiungere la zona della discontinuità. I modelli ​ predicono
 che quando la shell incontra la discontinuità,​ la struttura che quando la shell incontra la discontinuità,​ la struttura
-reagisce diminuendo leggermente la luminosità (<tex>$\Delta$logL +reagisce diminuendo leggermente la luminosità ($\Delta$logL 
-$\sim$ 0.03</​tex>​) per riprendere la sua regolare ascesa sul ramo delle+$\sim$ 0.03) per riprendere la sua regolare ascesa sul ramo delle
 giganti dopo essersi adattata alla nuova abbondanza di idrogeno. giganti dopo essersi adattata alla nuova abbondanza di idrogeno.
 Vi è dunque un breve tratto del ramo delle giganti che viene Vi è dunque un breve tratto del ramo delle giganti che viene
Linea 87: Linea 87:
 \\ \\
 \\ \\
-<tex> 
 $$ \tau = \frac{\Delta t}{\Delta logL} \sim \frac {dt}{dlogL}$$ $$ \tau = \frac{\Delta t}{\Delta logL} \sim \frac {dt}{dlogL}$$
-</​tex>​ 
 \\ \\
 \\ \\
Linea 95: Linea 93:
 un tratto il Ramo delle Giganti, inverso di una corrispondente un tratto il Ramo delle Giganti, inverso di una corrispondente
 velocità evolutiva. Dai modelli stellari si ricava, fuori dal velocità evolutiva. Dai modelli stellari si ricava, fuori dal
-bump, <tex>log$\tau \sim$ logL</​tex>​.  Si può mostrare che tale+bump, log$\tau \sim$ logL.  Si può mostrare che tale
 proporzionalità discende dall'​esistenza di una relazione //massa proporzionalità discende dall'​esistenza di una relazione //massa
 del nucleo-luminosità//​. La fase in cui la shell incontra la del nucleo-luminosità//​. La fase in cui la shell incontra la
Linea 117: Linea 115:
 {{:​c06:​figura06_11.jpg?​450}} {{:​c06:​figura06_11.jpg?​450}}
 \\ \\
-** Fig. 6.11 ** Logaritmo dei tempi specifici ​<tex>$\tau$</​tex> ​in +** Fig. 6.11 ** Logaritmo dei tempi specifici $\tau$ in 
-funzione di logL per una Gigante Rossa di <tex>0.8 M$_{\odot}$</​tex> ​per tre+funzione di logL per una Gigante Rossa di 0.8 M$_{\odot}$ per tre
 modelli con le indicate abbondanze originali di idrogeno (X) e dÏ modelli con le indicate abbondanze originali di idrogeno (X) e dÏ
 metalli (Z). Per ogni modello sono indicati i "​sovratempi"​ metalli (Z). Per ogni modello sono indicati i "​sovratempi"​
c06/giganti_rosse_piccola_massa.txt · Ultima modifica: 05/10/2017 09:34 da marco