Strumenti Utente

Strumenti Sito


c08:la_transizione_tra_masse_piccole_e_intermedie

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
c08:la_transizione_tra_masse_piccole_e_intermedie [11/11/2015 09:29]
marco giustificazione testo
c08:la_transizione_tra_masse_piccole_e_intermedie [02/10/2017 14:35] (versione attuale)
marco TeX rendering
Linea 9: Linea 9:
 He-flash in una struttura con luminosità migliaia di volte He-flash in una struttura con luminosità migliaia di volte
 quella solare e con un nucleo di He che raggiunge all'​incirca le quella solare e con un nucleo di He che raggiunge all'​incirca le
-0.5 <tex>$M_{\odot}$</​tex>​. All'​aumentare della massa stellare viene+0.5 $M_{\odot}$. All'​aumentare della massa stellare viene
 progressivamente rimossa la degenerazione e, corrispondentemente,​ progressivamente rimossa la degenerazione e, corrispondentemente,​
 viene progressivamente facilitato l'​innesco dell'​He che avviene viene progressivamente facilitato l'​innesco dell'​He che avviene
Linea 22: Linea 22:
 al variare della massa stellare alla transizione tra piccole masse al variare della massa stellare alla transizione tra piccole masse
 e masse intermedie. Pannello superiore: massa del nucleo di He e masse intermedie. Pannello superiore: massa del nucleo di He
-all'​innesco della reazione ​<tex>3$\alpha$</​tex>​. Pannello intermedio:+all'​innesco della reazione 3$\alpha$. Pannello intermedio:
 luminosità del primo modello in combustione quiescente di He. luminosità del primo modello in combustione quiescente di He.
 Pannello inferiore: tempi di vita in fase di combustione di He Pannello inferiore: tempi di vita in fase di combustione di He
Linea 34: Linea 34:
 alle masse minori il nucleo di He all'​innesco dell'​He (flash) si alle masse minori il nucleo di He all'​innesco dell'​He (flash) si
 mantenga sensibilmente costante, diminuendo leggermente mantenga sensibilmente costante, diminuendo leggermente
-all'​aumentare della massa. Attorno alle 2.0 <tex>$M_{\odot}$</​tex> ​inizia una+all'​aumentare della massa. Attorno alle 2.0 $M_{\odot}$ inizia una
 rapida transizione ed il nucleo di He raggiunge un minimo per rapida transizione ed il nucleo di He raggiunge un minimo per
-M=2.3 <tex>$M_{\odot}$</​tex>​. In questa struttura la degenerazione è ormai+M=2.3 $M_{\odot}$. In questa struttura la degenerazione è ormai
 rimossa e l'​innesco dell'​elio avviene in maniera quiescente. Il rimossa e l'​innesco dell'​elio avviene in maniera quiescente. Il
-nuovo aumento ​ al di sopra di M=2.3 <tex>$M_{\odot}$</​tex> ​origina dal fatto +nuovo aumento ​ al di sopra di M=2.3 $M_{\odot}$ origina dal fatto 
-che la 2.3 <tex>$M_{\odot}$</​tex> ​in Sequenza Principale ha già sviluppato un nucleo+che la 2.3 $M_{\odot}$ in Sequenza Principale ha già sviluppato un nucleo
 convettivo, che all'​esaurimento dell'H centrale si trasformerà convettivo, che all'​esaurimento dell'H centrale si trasformerà
 in un nucleo di elio, e che tale nucleo convettivo cresce al in un nucleo di elio, e che tale nucleo convettivo cresce al
Linea 45: Linea 45:
  
 Il pannello intermedio mostra come tali variazioni si riflettano Il pannello intermedio mostra come tali variazioni si riflettano
-sulla luminosità delle strutture. Sino a circa 2.0 <tex>$M_{\odot}$</​tex>​,+sulla luminosità delle strutture. Sino a circa 2.0 $M_{\odot}$,​
 nonostante la leggera diminuzione del nucleo di He, la nonostante la leggera diminuzione del nucleo di He, la
 luminosità aumenta, segnalando che l'​aumentata massa degli luminosità aumenta, segnalando che l'​aumentata massa degli
Linea 54: Linea 54:
 corrispondentemente rapida diminuzione della luminosità. Sono corrispondentemente rapida diminuzione della luminosità. Sono
 infine ancora le dimensioni del nucleo di He a guidare la infine ancora le dimensioni del nucleo di He a guidare la
-risalita della luminosità sopra le  M=2.3 <tex>$M_{\odot}$</​tex>​, con una+risalita della luminosità sopra le  M=2.3 $M_{\odot}$,​ con una
 crescita che continuerà regolarmente al crescere della massa crescita che continuerà regolarmente al crescere della massa
 stellare e del conseguente aumento dei nuclei convettivi. stellare e del conseguente aumento dei nuclei convettivi.
Linea 75: Linea 75:
 tempo evolutivo di una struttura M=2.3 <​tex>​$M_{\odot}$</​tex>​ all'​esaurimento tempo evolutivo di una struttura M=2.3 <​tex>​$M_{\odot}$</​tex>​ all'​esaurimento
 dell'H centrale. A 800 milioni di anni, tempo della combustione di dell'H centrale. A 800 milioni di anni, tempo della combustione di
-H di una M=2.1 <tex>$M_{\odot}$</​tex>​, il Ramo delle Giganti è ormai+H di una M=2.1 $M_{\odot}$,​ il Ramo delle Giganti è ormai
 formato e permarrà per tutti i tempi successivi. Questa fase di formato e permarrà per tutti i tempi successivi. Questa fase di
 apparizione del Ramo delle Giganti prende in letteratura il nome apparizione del Ramo delle Giganti prende in letteratura il nome
Linea 89: Linea 89:
 diminuire il contenuto di elio (diminuire il [[wp.it>​Peso_molecolare|peso molecolare]] diminuire il contenuto di elio (diminuire il [[wp.it>​Peso_molecolare|peso molecolare]]
 medio) produce strutture più fredde e, di conseguenza,​ più medio) produce strutture più fredde e, di conseguenza,​ più
-affette da degenerazione elettronica. Analogamente si può+affette da [[wp.it>​Elettrone_degenerato|degenerazione elettronica]]. Analogamente si può
 facilmente predire che al diminuire della metallicità deve facilmente predire che al diminuire della metallicità deve
 diminuire anche la massa di transizione:​ una diminuzione di diminuire anche la massa di transizione:​ una diminuzione di
c08/la_transizione_tra_masse_piccole_e_intermedie.1447230591.txt · Ultima modifica: 11/11/2015 09:29 (modifica esterna)