Strumenti Utente

Strumenti Sito


c06:popolazione_tre

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
c06:popolazione_tre [03/01/2017 11:29]
marco minuzie
c06:popolazione_tre [05/10/2017 09:59] (versione attuale)
marco Resa formule matematiche e giustificazione
Linea 1: Linea 1:
 ====== A6.2 Stelle deficienti o prive di metalli. La Popolazione III ====== ====== A6.2 Stelle deficienti o prive di metalli. La Popolazione III ======
  
 +<WRAP justify>
 Il quadro generale delle fasi di combustione dell'​idrogeno Il quadro generale delle fasi di combustione dell'​idrogeno
 tracciato per le varie popolazioni stellari risulta sensibilmente tracciato per le varie popolazioni stellari risulta sensibilmente
Linea 15: Linea 16:
 popolando a tutt'​oggi l'​[[wp.it>​alone galattico]] ove si sono osservate sia popolando a tutt'​oggi l'​[[wp.it>​alone galattico]] ove si sono osservate sia
 pur rare stelle con metallicità inferiore a quella degli ammassi pur rare stelle con metallicità inferiore a quella degli ammassi
-globulari, sino a <tex>Z $\sim$ 10$^{-7}$</​tex>​.+globulari, sino a Z $\sim$ 10$^{-7}$.
  
 Lo studio di queste strutture deficienti in metalli appare quindi Lo studio di queste strutture deficienti in metalli appare quindi
Linea 45: Linea 46:
 continua mostra le temperature ricavate sotto la condizione di continua mostra le temperature ricavate sotto la condizione di
 pura combustione pp. La linea a punti indica la modifica causata pura combustione pp. La linea a punti indica la modifica causata
-dalla produzione di carbonio tramite reazioni ​<tex>3$\alpha$</​tex>​. La linea+dalla produzione di carbonio tramite reazioni 3$\alpha$. La linea
 a tratti indica le temperature centrali per stelle di normali a tratti indica le temperature centrali per stelle di normali
 popolazioni. popolazioni.
Linea 67: Linea 68:
 temperature centrali non è più "​calmierato"​ dall'​intervento temperature centrali non è più "​calmierato"​ dall'​intervento
 del ciclo CNO e la temperatura continua a crescere sino a del ciclo CNO e la temperatura continua a crescere sino a
-raggiungere,​ attorno alle <tex>15 M$_{\odot}$</​tex>​, i 10<​sup>​8</​sup>​ K, cioè la +raggiungere,​ attorno alle 15 M$_{\odot}$,​ i 10<​sup>​8</​sup>​ K, cioè la 
-temperatura di innesco delle reazioni ​<tex>3$\alpha$</​tex>​. All'​ulteriore+temperatura di innesco delle reazioni 3$\alpha$. All'​ulteriore
 crescere della massa si manifesta un fenomeno del tutto nuovo, crescere della massa si manifesta un fenomeno del tutto nuovo,
 peraltro qualitativamente prevedibile. A 10<​sup>​8</​sup>​ K inizia infatti peraltro qualitativamente prevedibile. A 10<​sup>​8</​sup>​ K inizia infatti
-la combustione ​<tex>3$\alpha$</​tex> ​che fornisce carbonio il quale, a sua+la combustione 3$\alpha$ che fornisce carbonio il quale, a sua
 volta, abilita il ciclo CNO, riducendo il fabbisogno di volta, abilita il ciclo CNO, riducendo il fabbisogno di
 temperatura. La produzione di carbonio cessa solamente quando temperatura. La produzione di carbonio cessa solamente quando
 l'​efficienza del ciclo riporta la temperatura sotto la soglia l'​efficienza del ciclo riporta la temperatura sotto la soglia
-delle reazioni ​<tex>3$\alpha$</​tex>​. La conseguenza finale è che,+delle reazioni 3$\alpha$. La conseguenza finale è che,
 all'​ulteriore crescere della massa la temperatura tende a all'​ulteriore crescere della massa la temperatura tende a
 stabilizzarsi attorno ai 10<​sup>​8</​sup>​ K mentre aumenta la quantità di stabilizzarsi attorno ai 10<​sup>​8</​sup>​ K mentre aumenta la quantità di
Linea 85: Linea 86:
 di metalli: ogniqualvolta in fase di combustione di idrogeno di metalli: ogniqualvolta in fase di combustione di idrogeno
 l'​evoluzione tende a portare le temperature oltre la soglia di l'​evoluzione tende a portare le temperature oltre la soglia di
-innesco delle <tex>3$\alpha$</​tex> ​interviene la produzione di carbonio che+innesco delle 3$\alpha$ interviene la produzione di carbonio che
 stabilizza la temperatura. Fenomeni simili sono attesi anche in stabilizza la temperatura. Fenomeni simili sono attesi anche in
 strutture in cui il CNO sia estremamente sottoabbondante. Nel strutture in cui il CNO sia estremamente sottoabbondante. Nel
Linea 102: Linea 103:
 \\ \\
 \\ \\
- 
- 
  
 ** Tab. 3** Andamento di variabili strutturali per una stella di MS ** Tab. 3** Andamento di variabili strutturali per una stella di MS
-di <tex>10 M$_{\odot}$</​tex> ​al variare della metallicità. M<​sub>​CC</​sub>​ e+di 10 M$_{\odot}$ al variare della metallicità. M<​sub>​CC</​sub>​ e
 L<​sub>​pp</​sub>​ rappresentano rispettivamente la frazione di massa nel L<​sub>​pp</​sub>​ rappresentano rispettivamente la frazione di massa nel
 nucleo convettivo e la frazione di luminosit prodotta dalla nucleo convettivo e la frazione di luminosit prodotta dalla
Linea 138: Linea 137:
 in stelle di piccola massa. La scomparsa della fase di //overall in stelle di piccola massa. La scomparsa della fase di //overall
 contraction//​ testimonia la scomparsa dei nuclei convettivi, così contraction//​ testimonia la scomparsa dei nuclei convettivi, così
-che per Z = 10<​sup>​-8</​sup>​ anche una stella di <tex>2.5 M$_{\odot}$</​tex> ​si+che per Z = 10<​sup>​-8</​sup>​ anche una stella di 2.5 M$_{\odot}$ si
 comporta come una struttura di MS inferiore. comporta come una struttura di MS inferiore.
  
Linea 147: Linea 146:
 posizione di //Sequenza Principale//​ nè la collocazione delle //Giganti Rosse//. Ciò posizione di //Sequenza Principale//​ nè la collocazione delle //Giganti Rosse//. Ciò
 è da collegarsi alla scarsa influenza che ormai i metalli hanno è da collegarsi alla scarsa influenza che ormai i metalli hanno
-sulla opacità della materia, influenza che attorno a <tex>Z $\sim$ +sulla opacità della materia, influenza che attorno ​ 
-10$^{-5}$ - 10$^{-6}$</​tex> ​diviene del tutto trascurabile. Le diverse+a Z $\sim$ 10$^{-5}$ - 10$^{-6}$ diviene del tutto trascurabile. Le diverse
 modalità di uscita dalla //Sequenza Principale//​ e di //​evoluzione di subgigante//​ modalità di uscita dalla //Sequenza Principale//​ e di //​evoluzione di subgigante//​
 corrispondono invece a necessità della struttura chiaramente corrispondono invece a necessità della struttura chiaramente
Linea 165: Linea 164:
 **Fig. 6.19** sono da riguardarsi come **Fig. 6.19** sono da riguardarsi come
 evoluzioni di normale ed estrema //​popolazione II//. Stelle di 0.9 evoluzioni di normale ed estrema //​popolazione II//. Stelle di 0.9
-<tex>M$_{\odot}$</​tex> ​con Z=0 sono invece costrette a produrre carbonio+M$_{\odot}$ con Z=0 sono invece costrette a produrre carbonio
 quando ancora al centro residua idrogeno, e percorrono il ramo quando ancora al centro residua idrogeno, e percorrono il ramo
 delle giganti con una shell di idrogeno parzialmente alimentata delle giganti con una shell di idrogeno parzialmente alimentata
-dal carbonio prodotto attraverso reazioni ​<tex>3$\alpha$</​tex>​. Tra i+dal carbonio prodotto attraverso reazioni 3$\alpha$. Tra i
 problemi particolari posti dall'​integrazione di strutture di problemi particolari posti dall'​integrazione di strutture di
 //​Popolazione III// citiamo infine la necessità di riguardare alle //​Popolazione III// citiamo infine la necessità di riguardare alle
-alte temperature l'<tex>$^3$He</​tex> ​come un vero e proprio //elemento+alte temperature l'​$^3$He come un vero e proprio //elemento
 secondario//,​ stanti i brevi tempi di equilibrio. Questo elemento secondario//,​ stanti i brevi tempi di equilibrio. Questo elemento
 non deve quindi essere rimescolato nelle zone convettive interne. non deve quindi essere rimescolato nelle zone convettive interne.
 Trascurare questa avvertenza provocherebbe una abbondanza spuria Trascurare questa avvertenza provocherebbe una abbondanza spuria
-di <tex>$^3$He</​tex> ​al centro della stella, da cui un fittizio incremento+di $^3$He al centro della stella, da cui un fittizio incremento
 della produzione di energia ed un conseguente aumento dei nuclei della produzione di energia ed un conseguente aumento dei nuclei
 convettivi. convettivi.
-\\+</​WRAP>​
 \\ \\
 ---- ----
-\\+<fbl>
 ~~DISQUS~~ ~~DISQUS~~
c06/popolazione_tre.txt · Ultima modifica: 05/10/2017 09:59 da marco