Strumenti Utente

Strumenti Sito


c09:il_gruppo_locale

A9.1 Il Gruppo Locale

Avendo nel testo fatto talora riferimento ad oggetti extragalattici appartenenti al Gruppo Locale di galassie, diamo qui alcune brevi informazioni sui membri di tale gruppo. Innazitutto intendiamo per Gruppo Locale l'insieme di galassie che popolano la porzione di spazio dominato dalla due maggiori galassie a spirale, la nostra Galassia ed Andromeda (=M31), distanti tra loro circa 800 kpc. Il gruppo contiene una terza galassia a spirale NGC598 (=M33), nel Triangolo, oltre ad altri oggetti minori tra i quali ricordiamo la galassia irregolare Leo A, e la Galassia di Barnard (NGC6822) un'altra irregolare di tipo “magellanico”. Nell'alone di Andromeda sono stati identificati alcune centinaia ($\sim 460$) di Ammassi Globulari, e altri ammassi sono segnalati (alcuni forse giovani) in M33. Per un elenco degli ammassi globulari (e dei relativi candidati) in M31 il riferimento quasi obbligato è il Revised Bologna Catalogue, che al momento di scrivere è giunto alla sua quinta versione (aggiornata ad agosto del 2012).


Tabella 9.A1 Classificazione, distanza, luminosità V e coordinate galattiche per le tra maggiori galassie del Gruppo Locale e per le galassie satelliti della Via Lattea. L'ultima colonna riporta la presenza o meno di Ammassi Globulari.

Via Lattea e Andromeda hanno ciascuna un proprio sistema di galassie minori “satelliti”. Le satelliti più cospicue della Galassia sono rappresentati dalle due (Grande e Piccola = LMC e SMC) Nubi di Magellano, galassie irregolari visibili ad occhio nudo dall'emisfero meridionale. Le due Nubi risultano anche tra gli oggetti extragalatici più prossimi, collocandosi ad una distanza dalla Galassia di $\sim$ 50 kpc, con la Piccola Nube un poco più distante della Grande. La massa contenuta nella Grande Nube può essere stimata a circa 1/10 della massa della Galassia. Abbiamo più volte ricordato l'esistenza in ambedue le Nubi di numerosi Ammassi Globulari, alcuni anche di recentissima formazione.

Oltre a questi due maggiori satelliti la Galassia è circondata da decine di altre corpi minori, che in genere prendono il nome dalla costellazione in cui si trovano collocati. Di particolare importanza la ricca popolazione di Dwarf Spheroidals, una sorta di ammassi globulari extragalattici, ma a debolissima concentrazione di stelle e con masse dell'ordine di 10$^6$- 10$^7$ M$_{\odot}$. Appartengono a tale tipologia le nane Ursa Minor, Draco, Carina, Sextans, Sculptor, Leo I, Leo II e Tucana. In alcuni casi, come già ricordato per Carina, si ha evidenza per una molteplicità di generazioni stellari. Ricordiamo qui anche la Dwarf Sferoidal Fornax, che ha la peculiare caratteristica di contenere cinque veri ammassi globulari.

Andromeda è a sua volta contornata da una serie di caratteristici satelliti. Questa galassia - a differenza della nostra Via Lattea - è innanzitutto accompagnata da 4 ellittiche nane; due più vicine, NGC205 (=M110) e NGC221 (=M32), e due, NGC147 e NGC185, leggermente più distanti, con masse caratteristiche dell'ordine di 3-5*10$^9$ M$_{\odot}$, presenza di popolazione antica ma anche con segni di recente formazione stellare. Anche queste galassie minori contengono Ammassi Globulari. Sono state inoltre rivelate attorno ad Andromeda alcune Dwarf Spheroidals cui sono stati assegnati i nomi Andromeda I, II, III …..


La Tabella 9.A1 riporta alcuni valori indicativi per le tre maggiori galassie del Gruppo Locale e per i satelliti della Via Lattea, questi ultimi ordinati per luminosità integrata, nella banda V, decrescente.




c09/il_gruppo_locale.txt · Ultima modifica: 10/10/2017 14:52 da marco